Pubblicato da: Vito Nicola CICCHETTI | 30 giugno 2006

TURISMO ECO-SOSTENIBILE E STRATEGIE DI RIQUALIFICAZIONE: il progetto E.U.TOU (Environmental Upgrading of urban areas through TOUrism) 国际合作

TURISMO  ECO-SOSTENIBILE  E  STRATEGIE  DI RIQUALIFICAZIONE:   il  progetto  E.U.TOU (Environmental Upgrading of urban areas through TOUrism)

 Il progetto EUTOU è un progetto di cooperazione della politica di aiuti dell’ EuropeAid Co-operation Office.

L’interesse dell’Ente Provincia nel progetto Eutou è stato, ed è,  Considerevole. La proposta, presentata nell’agosto del 2003, affidava alla Provincia di Avellino il ruolo di ente capofila di un partenariato di alto profilo, facendone il soggetto deputato a  garantire la fattibilità di un articolato impianto di progetto costruito su pochi madecisivi assunti teorici, tutti improntati al capovolgimento dell’idea di aiuto allo sviluppo così come tradizionalmente inteso. Eutou si distingue, infatti, per aver saputo fissare obiettivi molto strutturati che, accanto al conseguimento di risultati oggettivi e immediatamente spendi bili sul piano della comunicazione dell’esperienza di cooperazione (la redazione di un piano per lo sviluppo turistico e la realizzazione di un intervento pilota di riqualificazione), comprendono istanze concettuali di ampio respiro ispirate alle recenti acquisizioni in materia di sostegno allo sviluppo.
In particolare, il progetto definisce un iter di lavoro rappresentativo di una visione pluralista e democratica della cooperazione da cui scaturiscono i passaggi chiave della proposta: la conoscenza ed il rispetto del contesto locale in cui si va ad intervenire, il coinvolgimento della popolazione e la presa in carico di bisogni ed aspettative dal basso  (che diventa elemento di confronto e di scambio nell’ambito della discussione culturale sottesa al progetto),
la sostenibilità come criterio fondativo che impronta tutta la logica del piano e dell’intervento. 
Ancora, e sempre a  proposito, il progetto definisce una sorta di “meta-obiettivo” nella volontà di arrivare a definire una metodologia di pianificazione del turismo sostenibile fondata sulle capacità acquisite durante l’esperienza di  cooperazione: lavorare  attraverso gli strumenti della comunicazione, dello scambio di conoscenze,     del rispetto delle identità
locali. In questo panorama il compito assunto dalla Provincia di Avellino è stato quello di assicurare sia l’assistenza tecnica, sia di sostenereculturalmente e politicamente la linea innovativa scelta dal   progetto.
 È stato un lavoro duro e gratificante che ha visto i rappresentanti istituzionali partecipi di tutte le fasi del programma, concentrati nell’intento di costruire con il partner
cinese un rapporto di stima e rispetto reciproco, riprova attendibile della qualità raggiunta degli  esiti di Eutou.
Ed è proprio l’amicizia che oggi ci lega alla Provincia di Hainan, agli abitanti di Wuzhishan, è l’entusiasmo delle tante persone che, curiose degli eventi, hanno partecipato all’inaugurazione del cantiere e che oggi affollano il waterfront riqualificato della città che ci consente di affermare di avere raggiunto gli obiettivi fissati, di avere svolto bene il compito    che ci era stato affidato.
Un compito attuato nellaconvinzione che l’interesse della  Provincia è sì nel prestigio di aver gestito da ente capofila un progetto complesso e qualificante come Eutou, ma anche nell’avere saputo offrire, e accettare, una diversa visione di sviluppo, fondata sulla specificità delle risorse locali e sulle capacità delle popolazioni di rendersi soggetti autonomi nella ricerca di una propria, particolare via alla sostenibilità. 
 
 
 
 VITO NICOLA CICCHETTI  

Responsabile esecutivo del progetto

  per la provincia  di   Avellino  

  [fonte: pubblicato in “L’esperienza di cooperazione Europea-  Cina per la città di Wuzhishan”
 edito da Graphicus -Napoli-   Stampato nel Giugno 2006]
 
 
Annunci

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: