Pubblicato da: Vito Nicola CICCHETTI | 8 settembre 2007

Verde Irpinia o disastro ambientale?

VERDE IRPINIA

 

La devastazione della ”Verde Irpinia” si aggrava sempre più, e si colora di giallo non quello dei romanzi ma quello del colore dei nostri maleodoranti corsi d’acqua.  Dopo il “disastro ambientale” nell’area  dalla mega discarica di Difesa Grande, il danno alla salute dei cittadini dell’area adiacente la IRME, i siti di stoccaggio provvisori di eco-balle (balle che sono eco), l’Assessore Provinciale all’Ambiente ha rassegnato i dati allarmanti e preoccupanti dello stato di salute dei nostri fiumi. I fiumi Irpini, già abbondantemente al di sotto della soglia del “flusso minimo vitale” sono inquinati a causa del non funzionamento o assenza di depuratori comunali. All’ulteriore danno ambientale e alla salute dei cittadini si aggiunge la beffa economica. Le bollette idriche, che come cittadini paghiamo, comprendono i costi di “depurazione” che i Comuni incassano. Ma l’ATO non è il gestore unico integrato del ciclo delle acque? Tra le competenze dell’ATO vi è la depurazione? Ci apprestiamo ad assistere al solito scarica barile tra Enti sulle responsabilità e sulle competenze? Intanto continuiamo a pagare servizi che non vengono erogati.

Avellino, 8 settembre 2007

                        Vito Nicola Cicchetti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: