Pubblicato da: Vito Nicola CICCHETTI | 12 settembre 2011

TRIBUNALI MINORI: il CNF chiede “dati” a quelli a rischio chiusura

Il CNF, dando seguito alla decisione assunta in data 30 agosto 2011, indirizza ai presidenti dei consigli degli ordini dei tribunali a rischio “chiusura” un richiesta dati.                                                

Ill.mi Signori Avvocati PRESIDENTI DEICONSIGLI DELL’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI:
  ACQUI TERME – ALBA – ARIANO IRPINO – AVEZZANO –   BARCELLONA POZZO DI GOTTO – BASSANO DELGRAPPA –BUSTO ARSIZIO – CALTAGIRONE – CAMERINO – CASALE MONFERRATO – CASSINO – CASTROVILLARI – CHIAVARI – CIVITAVECCHIA – CREMA – GELA – IVREA – LAGONEGRO – LANCIANO – LARINO – LOCRI – LUCERA – MARSALA – MELFI – MISTRETTA – MODICA – MONDOVI’ – MONTEPULCIANO – NICOSIA- NOCERA INFERIORE – NOLA – ORVIETO – PALMI – PAOLA – PATTI – PINEROLO – ROSSANO –ROVERETO – SALA CONSILINA – SALUZZO – SANREMO – SANT’ANGELO DEI LOMBARDI –SCIACCA – SPOLETO – SULMONA – TERMINI IMERESE – TIVOLI – TOLMEZZO – TORRE ANNUNZIATA – TORTONA – VALLO DELLA LUCANIA –  VASTO – VELLETRI – VIGEVANO – VOGHERA
  e, per conoscenza
   COMPONENTI IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE

  Illustri Presidenti,

con riferimento alla delega al Governo per il riordino territoriale degli Uffici Giudiziari, che sarà contenuta nel D.L. n. 138/2011 oggi all’approvazione del Senato, ed alla decisione di questo Consiglio, assunta nel corso della Seduta Amministrativa straordinaria del 30 agosto ultimo, di istituire una Commissione interna per la raccolta dei dati relativi alle strutture ed all’operatività delle circoscrizioni giudiziarie, è necessario che, alla luce della previsione recata dall’art. 1 bis, comma 1, lett. a) del Decreto e quindi a partire dagli Ordini subprovinciali ai quali la presente è indirizzata, pervengano a questo Ufficio,

i seguenti dati, che potranno essere forniti dalle Cancellerie competenti:
1. Organico del personale amministrativo del Tribunale e della Procura e relative presenze effettive;

2. Ultimi due rendiconti della Commissione manutenzione, che riportino i costi della struttura giudiziaria (canone, lavori, etc.), dei consumi energetici, delle utenze e di quant’altro sia stato annoverato come “spesa”;

3. Numero delle cause civili pendenti, di quelle sopravvenute e di quelle esaurite (ultimo dato disponibile);

4. Numero dei procedimenti penali avanti GIP, GUP, Giudice monocratico e Collegio (ultimo dato disponibile).

Ci pare giusto ancora rilevare, per inciso, che nell’elenco dei destinatari non compare l’Ordine di Santa Maria Capua Vetere, la competenza della cui circoscrizione si estende anche a Caserta, capoluogo dell’omonima Provincia. Per tale motivo, riteniamo più opportuno, allo stato, ricondurre detta specifica fattispecie alla previsione del succitato art. 1 bis del Decreto.

Considerata l’urgenza della presente richiesta e pur tenendo conto di alcune oggettive difficoltà che si potrebbero incontrare, Vi preghiamo di voler provvedere con ogni possibile urgenza, possibilmente entro i prossimi 15 giorni.

Nel restare a disposizione per ogni occorrenza e ragguaglio, Vi ringrazio per la cortese collaborazione e Vi invio i più cordiali saluti.

  Il PRESIDENTE

 Prof. Avv. Guido Alpa

[Fonte: consiglionazionaleforense.it]
 
AVVERTENZE: Il contenuto dell’articolo, il commento, si riferiscono a fattispecie generali e non possono in alcun modo sostituire il contributo di un professionista qualificato. L’autore declina ogni responsabilità per errori e/o omissioni, e per un utilizzo improprio o non aggiornato delle informazioni contenute nel blog. Il visitatore/utente dichiara di aver letto i termini e le condizioni di utilizzo del blog (apposita pagina) e di accettarle.
 
Annunci

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: