Pubblicato da: Vito Nicola CICCHETTI | 27 novembre 2011

CNF: AVVOCATURA NO ALLA LIBERALIZZAZIONE

Liberalizzazioni, Alpa (Cnf): “Monti ci dica cosa intende fare. Nessun governo tecnico può travolgere l’avvocatura”

26/11/2011 – Il presidente Guido Alpa è intervenuto oggi alla VII Conferenza nazionale dell’avvocatura: “L’avvocatura non è disposta ad accettare la compressione dei diritti dei cittadini con l’alibi della crisi economica. Ogni attacco all’avvocatura è un attacco ai diritti dei cittadini. Bene il presidente Napolitano che si è espresso per la pronta definizione di un organico e condiviso progetto di riforma dell’ordinamento forense”                                        

Roma. “Ci opporremo a qualsiasi intervento che mortifichi i diritti dei cittadini e il ruolo costituzionalmente riconosciuto all’avvocatura, appena ieri ribadito dal presidente della Repubblica nel suo messaggio”.
Il presidente del Consiglio nazionale forense Guido Alpa e’ intervenuto oggi alla VII Conferenza nazionale dell’avvocatura. Alpa ha ribadito che l’avvocatura si opporrà a ogni tentativo di smantellamento della professione”. “Il presidente del Consiglio ci deve dire cosa intende fare, perché non può decidere all’oscuro, senza consultare prima l’avvocatura, interventi che potrebbero incidere sui diritti fondamentali dei cittadini. Non e’ un governo tecnico che può travolgere l’avvocatura”.
Durante la conferenza, Alpa è stato raggiunto, come lui stesso ha riferito, da una telefonata del ministro della giustizia Paola Severino. “Il guardasigilli ha assicurato che su futuri provvedimenti di riordino del sistema l’avvocatura sarà ascoltata. Vigileremo con grande attenzione sulle prossime mosse, pronti alla convocazione di un Congresso straordinario”.

Claudia Morelli
[Fonte:www.consiglionazionaleforense.it]
Annunci

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: