Pubblicato da: Vito Nicola CICCHETTI | 18 giugno 2013

MEDIAZIONE OBBLIGATORIA “Decreto fare” OUA: INCOSTITUZIONALE E FALLIMENTARE

ouaDECRETO DEL FARE, OUA: SULLA GIUSTIZIA UN PASSO AVANTI E DUE INDIETRO. SULLA BUONA STRADA, MA MIGLIORABILE, L’INTERVENTO SULL’ARRETRATO, INCOMPRENSIBILE QUELLO SULLA MEDIAZIONE OBBLIGATORIA, INCOSTITUZIONALE E FALLIMENTARE

PER L’OUA ANCORA PIÙ GRAVE È IL RICORSO AL DECRETO PER L’ENNESIMO INTERVENTO SPOT SULLA GIUSTIZIA E DENUNCIA: NESSUN CONFRONTO CON L’AVVOCATURA                    

“In questo Paese non si legifera, si mortifica il Parlamento, si è perso il senso del confronto. Anche sulla mediazione, di nuovo obbligatoria, si perde l’occasione per un dialogo con l’avvocatura che potrebbe portare a soluzioni condivise, utili per la giustizia italiana e favorevole ai cittadini, che ancora una volta vedono introdurre un sistema obbligatorio e costoso”

Duro il giudizio dell’Organismo Unitario dell’Avvocatura su alcuni aspetti del cosiddetto “Decreto del Fare” licenziato sabato dal Governo, in concreto sulla mediazione obbligatoria, moderatamente positivo sul nodo dello smaltimento dell’arretrato. L’Oua si riserva di leggere attentamente il testo definitivo, una volta reso pubblico, ma nel frattempo non può esimersi dall’esprimere la propria contrarietà su alcuni interventi annunciati nella conferenza stampa dell’Esecutivo Letta sia per la forma che per la sostanza. Per Nicola Marino, presidente Oua, «in questo Paese si decreta su tutto, non si legifera e si mortifica il Parlamento, si è perso il senso del confronto».

«Mentre è comprensibile il ricorso a uno strumento straordinario per aggredire l’arretrato e smaltirlo – aggiunge – cioè una misura una tantum (o almeno così dovrebbe essere, nonostante diverse esperienze negative del passato come quella delle sezioni stralcio) per rimettere la nostra macchina giudiziaria sulla buona strada dell’efficienza, è invece del tutto immotivato insistere sulla mediazione obbligatoria con l’adozione di un provvedimento urgente, pur con alcuni timidi correttivi rispetto al passato, reintroducendo un sistema che ha dimostrato di essere inefficace per le finalità dichiarate: i numeri stimati e quelli reali sono enormemente lontani. Si parlava di milioni di processi in meno, ci si è ridotti ad alcune decine di migliaia. Il tutto a spese dei cittadini».

«La mediazione in versione italiana – sottolinea il presidente Oua – è unica in Europa (che ha bacchettato questo meccanismo mettendo appunto in rilievo diverse criticità). Infatti negli altri paesi è circoscritta a poche materie o a valori economici bassi, mentre, qui è estesa a quasi tutto il contenzioso civile (una novità, positiva, sembra l’esclusione degli incidenti), non solo: è “condizione di procedibilità” ed è a pagamento. Un pasticcio, che oltretutto è stato considerato incostituzionale per eccesso di delega (con una decisione dove si elencano, però, diversi profili di illegittimità)».

«Il nuovo Governo persevera nell’errore dei precedenti, fa un passo avanti e due indietro – conclude Marino – non ascolta il Parlamento che sul tema ha posto diverse osservazioni ed evita il dialogo con l’avvocatura che potrebbe portare a soluzioni condivise, utili per la giustizia italiana e per i cittadini. L’Oua ha già consegnato al ministro Cancellieri diverse proposte per contribuire fattivamente alla modernizzazione della giustizia e aspettava di essere nuovamente convocata per approfondire questi temi, ma nessun confronto, purtroppo, è seguito ed eccoci oggi a commentare il solito intervento spot. Una consuetudine di questo Paese che ha già portato la nostra macchina giudiziaria ad avere, appunto, un arretrato enorme, processi lunghissimi e costi esorbitanti per le persone e le imprese per poter accedere a un diritto costituzionale.

Continuiamo così facciamoci del male!».

Roma, 17 giugno 2013

[FONTE: oua.it]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: