Pubblicato da: Vito Nicola CICCHETTI | 12 giugno 2015

EOLICO NULLO L’ESPROPRIO SE SI VIOLA L’ART. 11 DPR 327/2001. SENTENZA CONSIGLIO DI STATO n 2873 del 31.03.2015 depositata 11.06.2015

CIMG3159IL CONSIGLIO DI STATO CON LA SENTENZA n. 2873/15 HA RESPINTO I RICORSI PROPOSTI  DA UNA SOCIETA’ EOLICA E DALLA REGIONE CAMPANIA -AVVERSO LA SENTENZA TAR CAMPANIA SEZIONE DI SALERNO n. 1023/2014- CONFERMANDO LA  VIOLAZIONE DEL D.P.R. 327/2001 E STATUENDO CHE: “in tema di espropriazione per pubblica utilità l’avviso di cui all’art. 11, d.P.R. 8 giugno 2001 n. 327 deve contenere, per essere legittimo, l’indicazione delle particelle e dei nominativi, quali indefettibili elementi diretti ad individuare i soggetti espropriandi ed i beni oggetto del procedimento amministrativo, e ciò sia che la comunicazione avvenga personalmente, sia che essa avvenga in forma collettiva mediante avviso pubblico; le modalità di comunicazione, seppur semplificate nella forma e nel numero” ACCOLTE LE RAGIONI DEI CITTADINI CHE SOSTENEVANO LA NULLITA’/VIZIO DELL’AVVISO DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO E DEL DECRETO DI ESPROPRIO.

leggi la sentenza Consiglio di Stato Sentenza n. 2873 del 2015

Annunci

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: